CHERY PET

“Ma sei sicura che toccava proprio oggi a fare il bagno?!?” sembra dire Chery in questo momento…

Penso che sia il momento meno gradito, delle varie sedute di Pet Therapy, quello del bagno, perchè le mie due Barbone amano andare a lavorare, specialmente ultimamente che i fruitori sono degli anziani che abbiamo soprannominato i nostri pazienti VIP. Non sono semplici sedute di Pet Therapy ma uno studio scientifico monitorato e testato dal reparto di Geriatria della nostra Azienda Sanitaria per valorizzare dal punto di vista scientifico l’attività con i cani coi pazienti affetti da Alzheimer.

lilly

“Ecco, ora sono pulita e profumata, andiamo dai nostri nonni?” Lilly ha sempre uno spirito positivo e allegro quindi anche questo momento lo sfrutta per ricordarsi che il mercoledì è il suo giorno delle coccole massime.

Ma pensate veramente che siano SOLO i cani ad apportare benessere durante le sedute?!?

La differenza la produce sicuramente il conduttore con le sue abilità di conoscenza del cane, delle sue potenzialità, del prevedere, del programmare e dell’organizzare l’attività, del saper risolvere problemi e del cogliere spunti per nuovi contenuti e proposte.

La mia abilità maggiore?!? Inutile dirlo: il canale emozionale e quello alimentare mi permettono di aprire cornici non esplorate solitamente.

FRITTATA ALL’ORIGANO

Sapete quanto sponsorizzo le uova nella cucina casalinga per cani e oggi vi propongo una ricetta veloce ed apprezzatissima, anche dai miei pazienti VIP che ogni tanto assaggiano. E’ molto importante preparare i premi per il cane in casa, con alimenti ad uso umano, perchè con patologie così compromettenti cognitivamente bisogna assicurarsi di poter lavorare in sicurezza sempre.

frittata1

INGREDIENTI per una seduta per due cani

4 uova

una patata cotta

un cucchiaio di farina

un cucchiaio di origano

un cucchiaio di formaggio grana

PROCEDIMENTO

Sbucciate la patata cotta e schiacciatela con i rebbi della forchetta. Mettete in una ciotola 4 uova intere, la patata, un cucchiaio di farina, l’origano ed il formaggio grattuggiato e mescolate il tutto. Versate su una placca da forno rivestita con della carta antiaderente ed infornate a 180 gradi per 20 minuti. Lasciate raffreddare un attimo e poi tagliate la frittata a grandezza scelta.

Facile e veloce vero?!?

frittata

Durante la seduta di oggi lavorerò su due linee cognitive/emozionali: il riconoscimento dell’odore dell’origano e quindi cercherò di creare un’apertura emozionale attraverso il ricordo profondo del senso più primitivo e l’abbinamento di grandezza tra quadrattini di frittata piccoli per ricompensare Lilly, barbone nano, e quadrati grandi per la mia impareggiabile compagna di lavoro e di vita Chery.

Amo lavorare con i miei cani e con il cibo!

Comments

comments