Dream

Come vi avevo promesso ieri, vi descriverò l’alimentazione della mia Dream che ieri ha compiuto il suo ottavo anno di vita trascorso nel totale benessere fisico. La mia gigantessa, 85 kg di Irish Wolfhound, non si sente assolutamente anziana, anzi pensa di essere ancora una balda giovanotta osservando come si muove e salta, ma per un levriero irlandese la sua età è significativa. Quando un cane è anziano? Dipende da molti fattori:

  • stato fisico
  • stato mentale
  • taglia
  • razza
  • abitudini quotidiane
  • vita trascorsa
  • alimentazione

Come potete osservare nella tabella sottostante, tutte queste variabili non vengono mai tenute in considerazione: Dream con i suoi otto anni dovrebbe essere comparata ad un umano di 64, ma raramente un cane della sua razza, che mediamente pesa il doppio dei 41 KG segnati, supera i 10 anni e quindi la stima in questo caso è sottovalutata.

tabella-eta-cane

L’ invecchiamento, malattie ed i cambiamenti senili associati nei cani sono normali e bisogna prevedere cambiamenti fisiologici, come ad esempio una diminuzione di efficenza del metabolismo, della vista, dell’odorato e della funzione uditiva. Non è il caso della mia Dream che ha un’alta motivazione alimentare e pare che abbia mantenuto intatti i suoi sensi, ma in alcuni casi la diminuzione sensoriale può portare all’inappetenza, che si può inibire con ciotole tiepide e molto profumate. Bisogna mettere in conto anche modifiche patologiche come tumori, osteopatologie, problemi cardiaci, diabete e reumatismi. Come molte persone anziane, i cani anziani sono vittime di un numero crescente di malattie croniche legate allo stile di vita. Molte delle patologie sopracitate sono il risultato di molti anni di dieta che non è appropriata dal punto di vista specie specifico? La ricerca scientifica ha tracciato una chiara relazione tra dieta e malattie croniche, e quindi penso che sia ragionevole chiedersi se molte delle malattie che si manifestano nei cani anziani sono il risultato di una vita di alimentazione non corretta e non in grado di “mettersi al passo” con le loro esigenze nutrizionali. La buona notizia è che i cambiamenti fisiologici e patologici legati all’età nei cani anziani possono beneficiare di un intervento nutrizionale basato sui BAI, bisogni alimentari individuali. Le malattie renali croniche, diabete mellito ed insufficienza cardiaca sono solo tre esempi di condizioni legate all’età sensibili alla dieta.
E’ importante ricordare e sottolineare che non esiste età netta in cui un cane diventa un ” anziano “, come ho detto sopra. Secondo la ( AAHA ) Senior Care Linee guida Task Force American Animal Hospital Association , gli animali da compagnia dovrebbero essere classificati come ANZIANI quando sono nell’ultimo 25% del loro ciclo di vita previsto in base alle loro specie e razza.

Dream 95930415_775191670_n

MA DI COSA HA BISOGNO DREAM DAL PUNTO DI VISTA NUTRIZIONALE ORA?
Le proteine ad alto valore biologico sono fondamentali per un cane anziano in buona salute. La proteina è un nutriente essenziale per cani anziani . La proteina è essenziale per la vita e per quasi ogni reazione chimica che avviene nelle cellule del suo organismo, fornisce aminoacidi essenziali ed è responsabile  della costruzione e della riparazione dei muscoli e dei tessuti, fornisce la struttura per le fibre della pelle, peli, unghie , ossa , articolazioni, tendini, legamenti, cartilagine e muscolo. Le proteine contribuiscono a mantenere il sistema immunitario forte, proteggendo il cane da ” aggressori ” estranei come virus, batteri e tossine . Molte persone credono erroneamente che i fabbisogni proteici diminuiscono nei cani anziani , ma in realtà è l’esatto contrario: i cani avanti negli anni, sani, hanno bisogno di più proteine – circa il 50% in più di proteine – a causa di un declino relativo all’età nella sintesi delle proteine e un aumento del turnover proteico. Quando la dieta non contiene una quantità adeguata di proteine, il corpo le “ruba” dalla massa magra del corpo del cane  per supportare la sintesi proteica essenziale: anche se il cane sembra in buona salute, avrà meno capacità di rispondere alle aggressioni ambientali, tipo infezioni e tossine. La perdita della massa magra è un predittore di morbilità e mortalità nei cani anziani. Le proteine di altissima qualità per i cani provengono da fonti animali – non fonti vegetali inferiori, come il mais, grano o soia. Carne magra quindi e il grasso viene dato da una buon olio pensato in base ai BAI, nel caso di Dream olio di lino e di salmone, alternato ad olii balsamici auto prodotti come quello di rosmarino o aglio. Pensate sempre ad alimenti ricchi di vitamina B ed E, che i cani anziani consumano molto rapidamente e perdono facilmente con l’urina.
Il glutine è una proteina di scarsa qualità che danneggia la salute del cervello, e calcolando che nell’umano un’eccedenza di questa sostanza è correlata con funzione cerebrale compromessa, difficoltà di apprendimento, ADHD e problemi di memoria, sintomi gastrointestinali, alti livelli infiammatori, consiglio cereali e riso integrali, alternati con patate e batate. L’ultima cosa che il nostro cane ha bisogno durante l’invecchiamento è una serie di infiammazioni che possono condurre a stati tumorali.

Dream23238772934_9176218958043493487_n

Con l’età il cane si impigrisce ed ha un reale bisogno di riposare maggiormente: assecondiamolo ma non permettimogli di trascurare la sua mobilità, proponiamoli percorsi stimolanti dal punto di vista olfattico e visivo, portiamolo a fare passeggiate nuove e su substrati diversi in modo da mantenere attiva anche la sua cognitività. Nel caso di Dream devo trattenerle perchè lei ancora, essendo stata cresciuta da una Golden, appena vede fango e acqua, incurante dei suoi riflessi più lenti, si tuffa in avventure cucciolesche e molte volte devo aiutarla ad uscire da fossi e fiumi: i giganti hanno una capacità di valutare il pericolo molto affievolita. Per supportare le sue articolazioni e apparato osseo, Dream riceve della cartilagine di squalo e della curcuma nella ciotola a cicli. La sua razione del pasto è suddivisa su due pasti in inverno ed uno in estate, anche se solitamente il consiglio generale dei veterinari è quello di aumentare il numero di pasti con l’età per agevolare una capacità di digestione diminuita: Dream non ha difficoltà digestive, anche se ho notato che il suo metabolismo ha rallentato la corso e per questo ho diminuito un attimo la quantità calorica, zavorrando la ciotola con frutta e verdura che lei adora. Frutta e verdura sono essenziali in questa fase di vita non solo per l’apporto vitaminico e di sali minerali ma anche per agevolare la peristalsi intestinale. Yogurt e probiotici non mancano mai, oltre che per favorire l’apporto di calcio anche per aiutare il microbioma intestinale ad essere più “multietnico” possibile, evitando così coliche e problemi vari. Ogni tanto, quando riesco a procurarmelo, integro la ciotola anche con del sangue, ricco di ferro, potassio e sodio, facilmente biodisponibili. Grazie ad una vita sana di masticazione, la dentatura e la muscolatura facciale di Dream le permettono di avere ancora una ciotola con pezzi di carne grandi e ossa polpose importanti anche dal punto di vista emozionale.

Dream505248942_4172300928697115342_n

Comments

comments