Dream 748683015170291_8308911328121545296_n

Oggi la nostra cara Dream compie il suo ottavo anno di vita e se dovessi guardare le statistiche di speranza di vita di un levriero irlandese, potrei dire che è un cane ANZIANO.

ANZIANO  a chi pensa lei?!? Non curante delle primavere sulle spalle salta, corre e mangia come se non ci fosse un domani e guardandola io mi sento orgogliosa e felice perchè in otto anni abbiamo lavorato tantissimo insieme per arrivare a questa meta: l’inizio non è stato dei più semplici.

Quando siamo andati a prendere la nostra piccola gigantessa in alta Germania non pensavamo di dover allevare un cane con profondi problemi di socializzazione secondaria: Dream non era stata socializzata con nulla e questo presto si è rivelato un bel problema, considerato che ad un anno pesava già 70 kg ed era 80 cm al garrese. Aveva il terrore di ogni rumore, di ogni persona, di ogni mezzo di trasporto, di ogni oggetto, insomma di ogni novità; la sua reazione per fortuna non era aggressiva ma di fuga e vi assicuro che frenare una tale mole levriera in corsa non è impresa semplice.

Dream pic

Pensate che in questa foto aveva solo tre mesi e mezzo ed era già più grande della nostra Golden adulta Sonny, che ha contribuito tantissimo alla sua educazione grazie alla sua calma ed alla sua docilità e amore verso l’uomo.

Un punto a favore della nostra ragazza fobica è la sua altissima motivazione alimentare e da lì siamo partiti: ciotole colme di cibo con proprietà calmanti e cibo come rinforzo e stimolo per fare nuove e positive esperienze.

IL CIBO è UN’ARMA MIRACOLOSA E TERAPEUTICA.

Dream 3351135596_726469_o

Tutto era enormemente difficoltoso per Dream, anche salire in auto, e per noi un dramma visto che dovevamo caricare un cane che si divincolava e pesava in modo incredibile. Abbiamo passato ore della nostra vita a convincerla che l’auto non era un mostro: pezzettini di banana, il suo alimento preferito, messi prima sul bordo del bagagliaio e poi sempre più all’interno, il suo collo si faceva lungo come quello di una giraffa ma il salto non arrivava mai… mesi e mesi e poi al suo primo compleanno il miracolo: un salto leggero, alto, pulito, esatto ed in un secondo era seduta comoda aspettando il premio che tenevamo increduli in mano. UN ANNO PER SALIRE IN AUTO, ma ne valeva la pena perchè lei ha sempre amato viaggiare. All’inizio aveva anche problemi di chinetosi, mal d’auto, ma i biscottini secchi allo zenzero sono stati miracolosi tanto che ancora li gradisce come delicatezza, e non per necessità, quando si parte: oramai sono un marker che dice ” adesso si va…”

Dream 123738059550_343406701769989303_o

A casa Dream da piccola era tranquilla, fuori era terrorizzata… come potevo aiutarla??? Dopo qualche mese di crocchette industriali date dall’allevatrice ho deciso che dovevo aiutarla con alimenti CALMANTI: carne VERA, prodotti caseari, yogurt, grana,  pesce, avena, pseudo cereali, orzo, banane, barbabietola, insalata, carote, alghe, noci e mandorle, ravanelli, salvia, frutti rossi, semi di papavero, lievito di birra, tisane alla valeriana, melissa e passiflora e tanti altri alimenti… Ciotole colorate e profumate sempre diverse che facessero ampliare la sua mente che era rimasta chiusa in una bellissima casetta di legno isolata in cui era nata e cresciuta per tre mesi.

Dream 4515602_3693783_o

Non ci siamo mai fermati con l’educazione, abbiamo continuato a proporle situazioni nuove e piacevoli: mare, montagna, bosco, collina, deserto, treno, nave, vaporetto. Più conosceva meno paura aveva e più forte emozionalmente diventava, più cibi nuovi mangiava più la sua mente si ampliava e diventava flessibile e quel cuore che pompava all’impazzata, per le emozioni negative che man man diminuivano, diventava più coraggioso. Anche la sua stazza ci preoccupava quindi l’alimentazione doveva stare al passo della sua veloce crescita e le ossa dovevano ricevere tutto il calcio NATURALE possibile per sorreggere quell’anima veloce: formaggi, sardine e latterini, salmone, pane di segale vecchio, germe di grano, cavoli, broccoli, bok choy, fichi, arance, cicoria, lenticchie, mandorle, rosmarino, menta e tanta acqua.

Dream 4824647115_419340985_o

La fiducia verso l’uomo l’ha conquista conoscendo una moltitudine infinita di persone, tutte diverse e tutte in fondo simili al grande amore della sua vita, Giovanni, che ogni giorno le procura il cibo come deve fare un Signore e Padrone e che con lei lo condivide come fanno le anime di un branco. Non è mangiare prima o dopo al cane che fa la differenza del rapporto del binomio, ma l’essere sempre una guida giusta, coerente, chiara e responsabile dell’uomo che crea la relazione giusta. Dream ci ha insegnato cosa vuol dire essere un umano degno di fiducia.

Dream

Arrivata all’età adulta abbiamo ragionato su una dieta che la mettesse al riparo dalle patologie legate alla razza che avrebbero potuto portarcela via: la vita media di un levriero irlandese è di 6 anni. Osteosarcoma e miocardiopatie erano i nostri nemici: carne più cruda possibile, pesce, cereali integrali, batate,zucca, radicchio, mele, pomodori maturi dell’orto, banane, melograno, noci, frutti di bosco, olio di lino e salmone, erbe spontanee, erbe aromatiche, le nostre armi quotidiane. Abbiamo pensato e modificato la dieta di Dream molte volte in questi anni, sempre pensando: E ORA DI COSA HA BISOGNO?!?

Dream 029048662_1609017_o

Ora è serena, fiduciosa, ha acquisito una tranquillità invidiabile, riesce a gestire la sua emozionalità nelle varie situazioni con un comportamento coerente grazie ad un lavoro sinergico di educazione, esperienze, alimentazione e CURA, nel senso latino del termine. Ora è arrivata ad essere un cane anziano in perfetta forma fisica e mentale e la nostra domanda ritorna:

DI COSA HA BISOGNO ORA?!?

Nel prossimo articolo, dedicato ancora Dream, vi parlerò dell’alimentazione del cane gigante anziano.

Dream e John883244738_3069662118830484476_o

Comments

comments