casty

Pensavo che dopo aver avuto cani come compagni di vita e di lavoro per più di 25 anni oramai la mia ” educazione cinofila” diventasse una solida realtà, invece si sta rivelando, come sempre, un’arduo compito.

La causa di tutto è che OGNI CANE è UN INDIVIDUO, e non ci sono delle regole fisse da seguire ma delle attenzioni educative che bisogna disegnare in modo sartoriale sul discente. Nel caso della piccola Castagna, come prima per il mio amato John, ho dovuto fermare la mia voglia di mettere in pratica ciò che ho studiato e letto e mi sono dovuta prendere del tempo e investire delle energie per osservare chi avevo davanti. Molti di voi mi chiedono giornalmente come sta procedendo l’educazione della piccola Casty e mi accorgo che, mai come prima, sto mantenendo un silenzio riservato sulle scelte che sto attuando: la sua alimentazione è particolare nella sua semplicità ma va contro quello che solitamente i nutrizionisti raccomandano, quindi preferisco aspettare e spiegare poi in modo approfondito del perchè e del come.

La piccola Castagna, diventerà la mia compagna di lavoro, in Pet Therapy e nelle varie situazioni didattiche e non, e si sta rivelando molto diversa caratterialmente ed emozionalmente dalla mia grande Chery che è il mio braccio destro.

Oramai mangia di tutto e dimostra delle preferenze gustative a 5 mesi molto delineate: ama tutta la carne ed il pesce e non gradisce in modo particolare la ricotta, adora il formaggio stagionato, diventa matta per le mele e l’avena la tranquillizza molto mentre il riso le dà una carica infinita.

NON HO ANCORA USATO IL CIBO PER EDUCARLA, da due mesi sto lavorando solo sulla RELAZIONE scevra di ricompense o premietti. Casty non conosce i biscotti.

castagna-trachea

Sta cambiando i denti con quelli definitivi e per salvare scarpe e libri riceve trachee e gole essiccate autoprodotte, ma se riesce ha capito dove nascondo il pane raffermo e se nessuno la vede cerca di procacciarsi un grattagengive naturale. Per ora mi ha staccato il cinturino dell’unico paio di sandali femminili che avevo e di un paio di Birkenstock, mentre le mie Crocks da casa le prende quando sono al lavoro e se le tiene religiosamente in cuccia come oggetto vicariante.

Durante la giornata, insieme alla cucina casalinga mangia anche del cibo industriale e su questo argomento mi riservo di scrivere un articolo più esplicativo: un cane da Pet purtroppo deve sottostare ancora sotto certi vincoli alimentari. Grazie alla lungimiranza e all’esperienza della sua allevatrice, Lorena Merati, devo dire che Castagna ha un apparato gastrointestinale molto flessibile e collaborativo: si può permettere un’alimentazione mista.

schermata-2016-11-27-alle-19-54-27

Una volta a settimana la ciotola della piccola contiene trippa verde con anche una percentuale di contenuto ruminale, ricco di enzimi e batteri “buoni” che l’aiutano a crescere con un microbioma forte ed un sistema immunitario robusto. Contrariamente a quanto mi era successo con gli altri miei cani da cuccioli, ed ho paura a dirlo, non ho mai avuto un problema di feci molli e nonostante lei sia emozionalmente, per ora, molto sensibile, non lo dimostra dal punto di vista gastroenterico.

Fortuna o una costruzione di un percorso dietetico corretto in base ai BAI (Bisogni Alimentari Individuali) ?!? Penso entrambe le risposte. Sicuramente ho applicato l’esperienza che tutti i miei cani della vita mi hanno regalato negli anni cercando di osservare e capire di cosa Casty avesse bisogno.

Quale è stranamente il suo pasto preferito?!?

HAMBURGER DI CECI

un barattolo di ceci cotti

un uovo

formaggio semi stagionato

due cucchiai di olio di arachidi

qualche rametto di timo fresco

pangrattato

PROCEDIMENTO

Frullate i ceci e tritate a piccoli pezzi il formaggio semi stagionato. Unite al tutto un uovo, le foglioline di timo, l’olio e due manciate di pangrattato. Mescolate bene e formate degli HAMBURGHERINI della grandezza adeguata al vostro cane. Mettete in forno per 20 minuti a 200 gradi e servite tiepide o fredde nella quantità adeguata al vostro cane.

 

Una volta alla settimana utilizzo anche proteine vegetali e questa è una ricetta che lei gradisce e digerisce molto.

chickpea-burgers

 

 

 

Comments

comments