La pastinaca, che potremmo confondere con la carota bianca o altri tipi di radici e rape bianche, è l’antica cugina della comune carota arancione. Durante tutta l’antichità e il medioevo infatti pastinaca e carota venivano trattate come un’unica radice. È stato solo nel rinascimento, con l’apparire della carota arancione, i due ortaggi si sono distinti.La pastinaca era usatissima nell’antichità, al punto che gli antichi romani la chiamavano PASTUM, ovvero la mangiavano così di sovente da confonderla con il concetto stesso di cibo.
La pastinaca, rispetto alla sua cugina la carota arancione, ha un gusto più intenso, più zuccherino (soprattutto se raccolta dopo le gelate) . Si cucina in tutti i modi in cui si possono cucinare le carote e le patate. La si può consumare anche cruda, per esempio grattugiata, come la carota ordinaria.

Da un punto di vista nutrizionale, la pastinaca contiene molte più vitamine e sali minerali della carota arancione ed è anche molto ricca in potassio (600mg per 100g) e di acido folico. La pastinaca è una fonte naturale di fibre, contiene abbondante vitamania C, B, K ed E.

pastinaca

Comments

comments