In questi giorni la nostra grande levriera irlandese Dream non è stata bene e noi siamo quasi sprofondati nella depressione. Innanzitutto la paura di perderla e poi la lotta quotidiana con la pulizia della casa e l’igenizzazione, visto che non è l’unico cane di casa. Dream è oramai molto anziana e mentre prima non si è mai ammalata, ora è più incline a cedere quando viene a contatto con un agente patogeno. Vi assicuro che quando si convive in casa con un’anima così enorme, lei pesa 80 kg ed è alta quasi 90 cm al garrese, anche un minimo problema di dissenteria e vomito diventa una catastrofe, e questa volta sono stati quattro giorni durissimi di guerra biologica. Ma s’impara sempre anche quando si perde: per quattro giorni ha evitato di mangiare, proprio lei che ha un’altissima motivazione alimentare.

Questo ci insegna a rispettare il cane nei suoi momenti di difficoltà: dobbiamo ascoltare la volontà del cane, tenerlo sì sotto controllo, ma cercare di assecondarlo, specialmente ad una certa età.

Voi ora mi direte: -Brava! Dici così perchè hai il veterinario in casa, facile ascoltare il cane se è sotto controllo 24 ore su 24…-

Avete ragione, ma, anche se non avessi lo sguardo sempre vigile del mio Signore e Padrone, dopo nove anni di convivenza, ho imparato a capire Dream e sono consapevole che è un cane con una grande capacità di autocontrollo in determinate situazioni. Ogni proprietario deve saper valutare quando intervenire e quando poter lasciare il proprio cane decidere. Nove anni di vita comune insegna a fidarsi l’una dell’altra.

Passato il pericolo, ora devo cercare di aiutare il vecchio sistema immunitario di Dream che inizia ad essere stanco e poco collaborativo.

Il sistema immunitario del cane può essere considerato come una macchina perfetta, creata per difenderlo contro possibili attacchi esterni da parte di agenti patogeni. Tuttavia, le difese immunitarie possono anche indebolirsi, rendendo l’organismo più vulnerabile a malattie e infezioni.

L’inverno, ad esempio, è la stagione dell’anno in cui il cane è maggiormente esposto alle malattie e in cui l’attività del sistema di difesa viene maggiormente sollecitata. Stress, patologie, abuso di medicinali e fattori ambientali possono indebolire il nostro amico peloso.

Possiamo aiutarlo e rafforzare il suo organismo con l’alimentazione grazie a questi alimenti:

CARNE DI ALTA QUALITA’, AGLIO, YOGURT, MELA, FRUTTA SECCA, AGRUMI, CAROTE, CAVOLO, ZENZERO, OLIO DI LINO, CURCUMA.

L’AIUTO DALLE PIANTE

Possiamo farci aiutare anche dalle erbe che, se assunte sotto forma di decotti o tisane o direttamente nella ciotola, possono aiutare il sistema immunitario del nostro cane.

Ginseng. Noto per le sue proprietà energizzanti che migliorano le capacità fisiche e mentali.
Il ginseng è una pianta perenne, che funge da potente antiossidante e antinfiammatorio e i suoi componenti svolgono un’importante azione antietà.

Echinacea. Questa particolare pianta è molto nota per la sua capacità di migliorare il sistema immunitario, ma possiede anche proprietà che possono aiutare ad alleviare il dolore e l’infiammazione.                        Da evitare in caso di:
gastrite, IBD, insufficienza epatica e renale, allergie, intolleranze e cardiopatie.

Rosa canina. Questa pianta è ricca di vitamina C, di vitamina A e di vitamina B, oltre che di acidi grassi essenziali e di antiossidanti.

Rodiola. E’ una piccola pianta, originaria delle fredde regioni della Siberia. È una di quelle pianticelle che vengono chiamate adattogene per la loro capacità di aiutare l’organismo ad adattarsi e reagire agli stimoli esterni. Sembra inoltre che aiuti a combattere lo stress e le sue ripercussioni sul sistema immunitario.

Comments

comments