MAI INIZIARE CON UN ALIMENTO DIFFICILE !

Gli spinaci si possono dare ai cani ma…

– MAI COME PRIMO ALIMENTO DA INTRODURRE IN UNA NUOVA DIETA

– MAI IN QUANTITà ELEVATE

– MAI PER PIù GIORNI CONSECUTIVI

Dati ogni tanto sono un alimento ottimo come per noi.

Ricordate che:
la produzione è concentrata nei mesi autunnali ed invernali ma consumandoli in primavera si possono sfruttare tutte le proprietà degli spinaci: il sole e il caldo infatti fanno aumentare la concentrazione delle preziose sostanze antiossidanti in essi contenute.

Contengono pochissime calorie,
sono ricchissimi di ferro,
sono una buona fonte di vitamina C, rame, fosforo,zinco, calcio, potassio, carotenoidi, acido folico, clorofilla e luteina, dandone proprietà antiossidanti, e lassative
sono indicati per chi soffre di stipsi, per cani anemici, o con patologie coronariche.
sono da stimolo per l’attività del cuore e del pancreas
sono indicati in caso di debolezza ed anemia

Per la presenza dell’acido ossalico, gli spinaci dati in grandi quantità possono essere nocivi nelle forme remautiche e sono controindicati anche per i cani che soffrono di calcoli renali, per quelli che devono guarire da una frattura ossea (l’acido ossalico limita fortemente anche l’assorbimento di calcio).

Possono avere alte quantità di nitrati assorbiti da terreni trattati con fertilizzanti chimici, specialmente se l’alimento non è freschissimo. Gli effetti possono essere cancerogeni perché nello stomaco si trasformano in nitriti e poi in nitrosamine. Per fortuna questi effetti sono contrastati dagli antiossidanti e dalle vitamine contenuti in queste verdure.

Il consumo degli spinaci che garantisce il maggior apporto di vitamine e sali minerali è l’ utilizzo da crudo o tramite breve cottura a vapore.

Fate attenzione:
in caso gli spinaci abbiano lo stelo fiorito ed i cespi siano pieni di terra, non acquistateli perché la produzione è scadente.

Potete conservarli in frigo per 2-3 giorni chiusi in sacchetti di plastica, dopo averli accuratamente lavati ed asciugati; se volete congelarli fatelo dopo averli lessati e accuratamente strizzati.

E’ comunque bene consumare subito gli spinaci, soprattutto una volta cotti.

 

spinaci

Comments

comments