Dream e John mangiano tenendosi per la zampa

In questi giorni ho perso ore di sonno, ho qualche porta con dei graffi in più, ho consumato una montagna di stracci per pavimenti, sono un più stanca del solito ma ho imparato tantissimo sull’amore nei cani e la causa è una sola: Dream, la mia levriera irlandense è in calore e il baldo John, compagno di vita della stessa razza, tenta di rispondere al suo richiamo odoroso.

Raramente cani maschi e femmine vengono lasciati liberi di esprimersi sessualmente nella società moderna, anche perchè la maggior parte dei nostri cani viene castrata in età giovanile, e ancor più difficilmente l’argomento della sessualità del cane viene trattato, anche nei corsi di specializzazione.

Come sempre i miei cani sono stati i miei maestri di vita e in questi giorni mi hanno aperto le porte del loro mondo amoroso/sessuale.

La mia voglia di sperimentare mi spingerebbe a lasciare che la natura faccia il suo corso in modo naturale, non vi nascondo che mi piacerebbe da morire vivere l’esperienza di una cucciolata casalinga.

Il diavolo che vive in me mi sussurra nell’orecchio: ” Dove crescerebbero al meglio se non in casa mia, con due genitori che sono effettivamente una coppia legata “sentimentalmente” da anni, con una madre in ottima salute e un padre con un carattere splendido, un responsabile umano veterinario e una responsabile educatrice cinofila ed esperta in alimentazione…”

L’angelo che strattona la mia coscienza invece urla:” Dove li metti 13 cuccioli che a due mesi sono già grandi come un Golden adulto??? Dove trovi il tempo da dedicare ad una cucciolata iperattiva, scagazzante e abbaiante per casa??? Con che coraggio poi lasci adottare cuccioli dopo che per tre mesi li hai accuditi come figli???”

Vi assicuro che la mia anima è strapazzata come un uovo!

Ma torniamo a noi ed al racconto dell’esperienza del calore…
Nella prima fase del calore, chiamata pre-estro (che, letteralmente, significa « pre-ardore»), Dream incomincia a diventare irrequieta e iperattiva: beve molto di più del solito e orina parecchio mentre è fuori e alcune volte anche dentro casa (creando delle piscine temporanee in salotto o in corridoio, per nostra gioia).

L’odore dell’orina attira fortemente John ( e le altre tre zitelle che da brave castrate vedono bene di marcare anche loro vicino).

Notevolmente eccitato da questo segnale chimico, il ragazzone incomincia subito a diventare attento ad ogni mossa della sua Dream e non la molla un attimo in attesa del segnale giusto della sua disponibilità, dimenticandosi persino di bere e di mangiare. In questo periodo invece la ragazza pelosa non perde l’appetito anzi… approfitta anche della ciotola del giovane innamorato.

In questa fase del calore alcuni, per ovvie ragioni, pensano che la cagna stia mestruando, ma l’affermazione non è corretta. La mestruazione umana, infatti, è provocata dal distacco della mucosa in assenza di fecondazione, mentre il sanguinamento del pre-estro della cagna precede appunto l’ovulazione ed è causato da variazioni nelle pareti della vagina in vista dell’accoppiamento.
Il periodo del pre-estro dura circa nove giorni e in questo lasso di tempo la femmina attira fortemente il maschio per via del suo odore, tanto da essere costantemente « corteggiata» da speranzosi pretendenti.

Fortunatamente sono dotata di un ampio giardino ed in questo periodo limito molto le uscite fuori casa della mia ragazza anche perchè 85 kg di cane che si destreggiano tra maschi mendicanti, io non riesco a gestirli con i miei 60 kg!

Infatti in questi giorni può anche succedere che Dream aggredisca il maschio innamorato, lo insegua ringhiando o arrivi addirittura a morderlo per dissuaderlo dalle sue avance. Generalmente, comunque e per fortuna, lo rifiuta con aria minacciosa, scappa o si gira di scatto quando il maschio cerca di montarla. Un’altra strategia che adotta è quella di sedersi prontamente quando il corteggiatore si mostra interessato al suo posteriore.
L’ovulazione avviene spontaneamente al secondo giorno dell’estro vero e proprio e dopo uno o due giorni la femmina è pronta per essere fecondata. L’estro vero e proprio dura anch’esso nove giorni circa. In quel periodo, la secrezione di Dream diventa più limpida e acquosa, tanto da dover pulire i pavimenti cinque o sei volte al giorno, e questo sta a indicare che la vagina è pronta per l’accoppiamento.

A questo punto incomincia il corteggiamento vero e proprio.

A questo punto la nostra vita diventa veramente DIFFICILE.

Dream assume un atteggiamento completamente disponibile e sessualmente attivo nei confronti di John: gli si avvicina, lo lecca ( orecchie, muso, pene), lo spintona con la testa, gli saltella intorno, lo invita al gioco, alza la zampa per richiamare la sua attenzione. John dal canto suo non si tira indietro e le lecca vigorosamente le orecchie, le annusa il posteriore per controllare le sue condizioni sessuali. Dopodiché, solitamente si mette di fianco a lei e le appoggia il mento sulla schiena. Dream rimane immobile e non sfugge, allora John si gira di scatto e la monta, dando inizio all’accoppiamento.
Dream è tutt’altro che passiva in questo frangente e fa tutto il possibile per agevolare il maschio nel suo intento: sposta la coda da un lato, in modo da esporre i genitali.

Detto così sembra una cosa molto cruda ma invece vista da vicino è un rito di corteggiamento molto delicato e amorevole, specialmente se svolto da due cani che formano una reale coppia, affiatata e complice: oserei quasi utilizzare la parola innamorata, una coppia fissa.

E qui entriamo in gioco noi che dobbiamo tenere separati il più possibile Romeo e Giuglietta… Durante il giorno è facile avendo anche il giardino ( in questi giorni invernali che passano più ore fuori, John specialmente, sta mettendo un pelo bellisssssssimo) e di notte facciamo i turni per dormire con loro, cercando di non lasciarli mai soli.

Devo dire anche che John è un super cane perchè quando tenta la monta e sente che io dico un sonoro “NO” scende guardandomi con due occhi interrogativi… ” Perchè NO ?!?”

Appunto… Perchè “NO”?!?

Dream e John corteggiamento

Comments

comments