Schermata 2016-05-19 alle 20.07.01

La carota è buona, sana ed economica:cosa vogliamo di più?!?

La carota è un ortaggio tra più usati nelle ciotole dei cani, e non solo, perchè può essere un ottimo spuntino, uno snack che il cane mastica calmandosi e arricchendosi di vitamine e sali minerali, e può essere l’ingrediente principe di biscotti e tortini morbidi.

Ne esistono molte varietà, ma sulle nostre tavole principalmente vediamo la classica carota arancione che però non è la carota originale:originaria dell’Asia centrale, venne importata in Europa nel IV secolo però con una forma diversa, più corta e di colore viola. Ultimamente il colore originario sta ritornando sui banche dei nostri supermercati stupendoci, la carota viola viene presentata come una novità mentre invece è il tipo più antico, ha un 22% in meno di zuccheri ed è molto più ricca di antociani, pigmenti idrosolubili che appartengono alla famiglia dei flavonoidi e che ne danno il tipico colore scuro. Queste sostanze sono dei potenti antiossidanti e si calcola che le carote viola ne abbiano 4 volte il contenuto che troviamo in quelle arancioni.

carota-viola

La carota arancione è relativamente recente: nel 1720 gli olandesi pensarono di rendere omaggio al loro Re Guglielmo IV d’ Orange selezionandone un tipo in suo onore che poi diffusero in tutta Europa.

Le carote viola sono le più ricche di antiosssidanti e aiutano a contrastare l’invecchiamento dell’organismo del cane, mentre quelle arancioni sono l’ideale per proteggere gli occhi, lo stomaco, e la pelle.

Il betacarotene e la vitamina A contrastano il deterioramento della cornea, hanno un effetto depurante e disintossicante per il sistema digestivo, per questo le carote sono altamente indicate per cani che soffrono di gastriti.

Le carote dovrebbero essere mangiate crude e con la buccia, con un pò di olio e magari accompagnate da un pò di aglio per esaltare tutte le sue proprietà nutritive, che proteggono anche l’apparato intestinale.

Se i vostri cani però, come la mia piccola Lillypuz, non le amano potete cuocerle a vapore, risparmiando al massimo la perdita di vitamine e sali minerali, o potete frullarle crude con un cucchianino di olio ed uno di yogurt, rendendo maggiormente biodisponibili i suoi preziosi componenti.

carota

Comments

comments